“A Omc 2021 faro su ruolo energie rinnovabili e Mediterraneo”

"A Omc 2021 faro su ruolo energie rinnovabili e Mediterraneo"

“Nel corso di questa edizione, affronteremo alcune tematiche fondamentali: l’evoluzione del panorama energetico; il ruolo delle rinnovabili; le alleanze tra il nord ed il sud del Mediterraneo con l’obiettivo di creare un energy transition hub nella regione; i fondi e le policy necessari a creare e sostiene e un sistema energetico low carbon; il Ccus e nuovi modelli di business net zero”. Ad affermarlo in una nota è la presidente di Omc2021, Monica Spada.

“Quello del 28-30 settembre a Ravenna – sottolinea – sarà il primo, importante appuntamento ‘in presenza’, durante il quale tutti gli attori del settore energetico potranno confrontarsi e portare a sintesi il dibattito che si sta svolgendo sulla transizione verso un futuro low carbon e crescita sostenibile. Il titolo che abbiamo voluto dare all’edizione 2021 è emblematico: ‘Rethinking Energy together: alliances for a sustainable energy future’, dove le parole chiave sono il ripensamento e le alleanze: ripensare insieme il settore affinché concili la resilienza di breve e la sostenibilità economica ed ambientale di lungo periodo, garantemdo un futuro di crescita del settore; le alleanze, l’obiettivo è integrare le competenze, il know how e i contributi delle filiere, per dibattere e trovare insieme percorsi fattibili e concreti che coinvolgano tutti gli attori, operatori energetici e stakeholder, abbracciando tutte le forme di energia, tutte le leve di decarbonizzazione, le fonti rinnovabili e l’economia circolare. E intendiamo farlo in un bacino che storicamente è al centro del confronto energetico, il Mediterraneo, dove il gap tra Nord e Sud può diventare una leva di sviluppo per ridisegnare gli equilibri dell’intera regione”, conclude.