Apple alza il sipario su iPhone 13, Watch 7 e non solo: ecco tutte le novità

Apple alza il sipario su iPhone 13, Watch 7 e non solo: ecco tutte le novità

La famiglia 2021 è quella degli iPhone 13. Quattro modelli, come previsto, con un design molto simile (anzi, pressoché identico) a quelli di un anno fa: bordi rettangolari e classico notch per i sensori e la fotocamera anteriore. Il processore della nuova famiglia di IPhone 13 è l’A15 Bionic con 15 milioni di transistor e tecnologia a 5 nanometri.

Partiamo da iPhone 13 e iPhone 13 mini. Entrambi con tecnologia 5G, il display (Oled) è 6,1 pollici per il primo, 5,4 pollici per il fratello minore. Cinque nuovi colori, fra i quali spicca un blu molto convincente e un nuovo rosa. La doppia fotocamera posteriore, a differenza del 12, stavolta ha una disposizione in diagonale. I miglioramenti più suggestivi riguardano proprio il comparto fotografico: Un nuovo sensore permette di acquisire il 47% in più di luce, utilizza pixel più grandi (1.7 micron). Il grandangolare, ha un’apertura f/1.5 sul. L’obiettivo secondario, che un ultra-wide, è f/2.4 con un campo visivo di 120°. Miglioramenti anche in fatto di batteria: 2,5 ore in più di durata di iPhone 13 su iPhone 12; 1,5 in più per il nuovo Mini rispetto al precedente. iPhone 13 mini costa a partire da 699 dollari, 100 in più invece, per la versione 13 standard.

Gli iPhone 13 Pro e Pro Max

I più attesi, però, erano gli iPhone 13 Pro e Pro Max, il top di gamma di Apple. E chiaramente Tim Cook, che li ha presentati come «i migliori per performance e capacità», li ha svelati alla fine.

Quattro colori (fra i quali spicca il nuovo Sierra Blu), un design quasi identico al precedente (anche se il notch è più piccolo del 20%), e classica tripla fotocamera posteriore. Il processore, anche qui, è l’A15 Bionic, ed Apple promette una performance grafica senza precedenti né concorrenti. Il display (6,1 pollici per il Pro, 6,7 per il Pro Max) è un Super Retina XDR, più efficiente del classico Oled. Grazie alla tecnologia Pro Motion, che adatta la frequenza di refresh in tempo reale, la qualità dell’immagine fa un balzo avanti sostanziale e l’impatto sulla batteria si riduce. In generale, il pannello di questi nuovi iPhone 13 Pro sembra promettere veramente bene.

Super zoom ottico a 6x per un nuovo comparto fotografico sul quale Apple sembra aver lavorato veramente tanto, nonostante partisse da una qualità già molto elevata (quella degli iPhone 12 Pro).