Pixel Pro 6, il migliore smartphone Android che non conosce quasi nessuno

Ascolta la versione audio dell’articolo

Ti accorgi che è speciale solo dopo una settimana che lo stai usando. Pixel Pro 6 è il migliore smartphone Android, ha chip proprietario sul modello Apple, una interfaccia piacevole e una fotocamera che ci ha davvero stupito. Peccato che complice la scelta di Google di avere saltato un anno nella distribuzione, non lo conosca quasi nessuno. Eppure, ha le carte per sfidare i primi della classe come Samsung Galaxy S21 (mentre scriviamo non è ancora uscito S22) e iPhone 13 Pro. Google insomma ha alzato il livello hardware a quello del software. Vuole dire che questa volta fa sul serio. Ma riuscirà a intaccare il duopolio Samsung-Apple? 

Il design è un po’ freddino

Partiamo dalle note dolenti. Metallo lucido, vetro curvo è grande (6,7 pollice) e un po’ scivoloso e non è da tasche dei jeans. Non è uno smartphone da discoteca, è prezioso nelle finiture ma non raggiunge i livelli dei nuovi Samsung Galaxy S21 Ultra. Il modello “nero tempesta” usato per la prova è molto Milano d’inverno, stile industrial, con la fascia nera e in rilevo di 3mm che contiene il comparto fotografico che le dona un che di spartano.

A proposito del chip Tensor

Il processore Tensor made in Google può reggere il confronto con i chip di fascia alta in altri telefoni. Se guardiamo ai benchmark i risultati sono in linea con i Qualcomm Snapdragon 888c montati sui migliori smartphone Android ma siamo ancora sotto al chipset A15 Bionic della famiglia iPhone 13. Questo a livello tecnico. Nell’uso quotidiano si gioca che è un piacere, a livello di batteria si chiude con grandissima serenità la giornata e non dà mai problemi anche quando lo sovraccarichi di applicazioni aperte. Per essere più concreti Asphalt 9 corre fluido, l’editing video e streaming video sono gestiti in scioltezza come avviene negli smartphone più costosi. Il che è un bene visto che il Pixel 6 Pro ha un prezzo di 900 euro, ben al di sotto della soglia psicologica dei mille euro.

La fotocamera è il pezzo forte

Quella grande barra sul retro nasconde tre fotocamere: una ultrawide da 12 megapixel che registra in 4K; un teleobiettivo da 48 megapixel che offre uno zoom ottico 4x che arriva fino a 20x; e una fotocamera principale che utilizza un sensore più grande da 1/1,3 pollici. Storicamente le fotocamere dei Pixel sono tra le migliori in circolazioni. Le foto si distinguono per immagini nitide e con un contrasto elevato. Il bilanciamento del bianco si può modificare abbastanza facilmente. Rispetto ai precedenti modelli il miglioramento è sensibile. La fotocamera di iPhone Pro 13 però resta la migliore, se si legge la stampa specializzata.

Cosa ci è piaciuto davvero

La modalità Movimento offre opzioni come il Panning e l’Esposizione lunga, che introducono più azione nei vostri scatti. Potete utilizzare il Panning per scattare foto dei vostri figli mentre guidano lo scooter o eseguono incredibili acrobazie con lo skateboard su un elegante sfondo sfocato. Oppure potete scattare bellissime foto a lunga esposizione dove il soggetto è in movimento, ad esempio cascate o scene cittadine movimentate.

Notizie più recenti
Notizie correlate