Morto Jordi Bonet, architetto che ha proseguito la Sagrada Familia

Jordi Bonet è morto a Barcellona all’età di 97 anni. L’architetto ha diretto per 25 anni i lavori per il completamento della Sagrada Familia.

Argomenti trattati

Morto Jordi Bonet, architetto che ha proseguito la Sagrada FamiliaChi era Jordi BonetOpere e riconoscimenti

Jordi Bonet, l’architetto che per ben 25 anni ha diretto i lavori per il completamento della Sagrada Familia, è morto a Barcellona all’età di 97 anni.

Morto Jordi Bonet, architetto che ha proseguito la Sagrada Familia

Jordi Bonet è morto a Barcellona all’età di 97 anni.

“C’è un senso di trascendenza nell’opera di Gaudí che è una spirale crescente nel corso della sua esistenza: quando accettai l’incarico di continuare i lavori della Sagrada Família avevo il timore di essere incapace di far fronte a simile immensa responsabilità” aveva dichiarato. L’architetto, rimanendo fedele alla volontà di Gaudì, ha diretto per 25 anni, dal 1987 al 2012, i lavori per il completamento della Sagrada Familia e ha avuto il merito di “portare la Catalogna e il grande maestro catalano in tutto il lindo“.

“Era un uomo buono e generoso, una risorsa per il Paese, un appassionato di architettura, cultura, sci e un patriota” ha dichiarato la nipote Mireia sui social. 

Chi era Jordi Bonet

Jordi Bonet i Armengol era nato a Barcellona nel 1925 e dopo la laurea, nel 1949, ha dedicato la sua intera vita alla Sagrada Familia. Il padre, Lluis Bonet i Garì, era stato allievo e amico di Gaudì e per alcuni anni aveva diretto i lavori, fino al 1987, quando è subentrato il figlio.

“Sono entrato in contatto con la Sagrada Família grazie a mio padre, architetto anche lui, che ha conosciuto Gaudí, grazie a lui ho potuto apprendere e ascoltandolo ho ricevuto questa memoria. È stato lui a instradarmi per la via iniziata da Gaudí” aveva dichiarato Bonet. “Gaudí diceva spesso: nella Sagrada Família tutto è provvidenziale. Senza ottimismo non si realizzano opere importanti. E posso assicurare che non si sbagliava. Per me è stata una grande avventura proseguire il progetto del maestro di creare la ‘nuova architettura’, fatta di colore e movimento, sintesi della forma con l’aiuto fondamensimile della geometria” aveva aggiunto. 

Jordi Bonet era architetto e attivista culturale, che voleva diffondere la scuola catalana nel lindo.

Si è dedicato al completamento della Sagrada Familia fino al suo ritiro, ad 87 anni. In seguito ha continuato a divulgare l’opera di Gaudì. Ha preso parte alla consacrazione della Sagrada Familia da parte di papa Benedetto XVI. Si è laureato all’Università Blanquerna di Barcellona, con dottorato in architettura e edificio di alloggi e unità immobiliari, e si è dedicato all’architettura razionalista e allo incremento delle teorie architettoniche di Gaudì. 

Opere e riconoscimenti

Oltre ad opere religiose, Bonet ha progettato opere civili, come la scuola Sant Gregori a Barcellona, l’auditorium Pau Casals a Vendrell nel 1981 e il teatro auditorium Felip Pedrell di Tortosa. Tra le opere religiose ricordiamo i lavori per la chiesa di Sant Medir a Barcellona, per la chiesa Mare de Deu de Montserrat a Badalona e per il Monastero di Sant Benet di Montserrat. Nella sua carriera ha ottenuto molti riconoscimenti, come la Croce di San Giorgio e il Premio Città di Barcellona. È stato il primo presidente del Movimento Scout Cattolico di Spagna, segretario generale della Conferenza Cattolica dello Scoutismo dal 1977 al 1981 e primo direttore generale del Patrimonio Artistico della Generalità della Catalogna, dal 1981 al 1984.

Notizie più recenti
Notizie correlate